Incontro internazionale di speleologia

29 ottobre – 1 novembre 2021

Marina di Camerota (Salerno – Italia)

Show programma

Mostre, presentazioni, seminari, installazioni.


Mostre


SPELEOMEDIT

Mostra fotografica di grotte del Mediterraneo coordinata dal prestigioso fotografo spagnolo Victor Ferrer Rico (http://mediterraneancaves.esy.es/) che comprenderà 44 pannelli espositivi, con info-grafie di grotte dei paesi del Mediterraneo di vari autori e due quadri d’insieme per la descrizione di questa importante risorsa naturale e culturale che ci accomuna.


TESORI SPELEO-ARCHEOLOGICI D’ITALIA

Grotta della Monaca e Grotta Bella sono due cavità italiane di straordinario interesse speleo-­‐ archeologico: la prima, situata in Calabria (Sant’Agata di Esaro), è stata dapprima una miniera e in seguito un sepolcreto; la seconda, ubicata in Umbria (Avigliano Umbro), ha costituito un insediamento abitativo che poi è evoluto in un importante centro religioso sotterraneo. La storia che le due cavità permettono di ricostruire riguarda gli ultimi 20.000 anni da oggi e fornisce informazioni di eccezionale rilevanza scientifica sul più antico rapporto tra le grotte e l’uomo.

A cura: del Centro Regionale di Speleologia “Enzo dei Medici” e del Gruppo Speleologico Todi


1871-2021: 150 anni di montagna a Napoli

Mostra fotografica a carattere storico delle attività della Sezione di Napoli del CAI dalle origini ai giorni di oggi.

A cura del Club Alpino Italiano sezione Napoli


I colori del buio

Esposizione di fotografie che rappresentano le cavitá antropiche del sottosuolo di Napoli. Le foto esposte sono alcune delle immagini presenti nel libro pubblicato a dicembre 2020 Tá cromata tes aphaneias (i colori del buio) di Mauro Palumbo


“…GOCCIOLANDO RACCONTO” collettiva di gocce ipogee.

Collettiva monotematica a tema gocce ipogee. 24 scatti in grotte e miniere di speleofotografi italiani.


Presentazioni


Presentazione del libro “Tweeting Da Vinci” di Ann C Pizzorusso (independent researcher, USA)  


Presentazione del libro “AQUANAUT, a life beneath the surface” di Rick Stanton

Rick Stanton presenta la sua autobiografia “Aquanaut”, edizioni Penguin. TBC.
Non solo l’incredibile salvataggio dei 13 ragazzini bloccati nella grotta thailandese nel 2018, ma l’epico racconto dei suoi 40 anni di esplorazioni e operazioni di soccorso che gli hanno permesso di raggiungere quello storico risultato.


Presentazione del libro “Geositi carsici del Parco degli Iblei” di Rosario Ruggieri

“Geositi carsici del Parco degli Iblei”, il volume edito dal CIRS Ragusa, nasce quale doveroso tributo del contesto geomorfologico, carsico, naturalistico e storico-antropico che caratterizza il settore centro-meridionale del Monti Iblei nella Sicilia sud-orientale.
La monografia, interamente a colori con 300 pagine e 368 fra foto e mappe, si compone di tre capitoli in cui si descrivono, in modo accessibile anche ai non addetti ai lavori, nella prima parte gli aspetti generali geologici, geomorfologici, carsici e storico-antropici del suddetto territorio; nella seconda, le peculiarità fluviocarsiche delle più suggestive e spettacolari vallate (canyon e forre) ivi presenti, con proposte di escursioni e percorsi riportati in apposite mappe; nella terza parte, infine, le valenze geominerarie e di archeologica industriale delle miniere storiche di asfalto presenti nel territorio di Ragusa.
La maggior parte delle valenze naturalistiche descritte nel volume sono state proposte dal CIRS Ragusa all’Assessorato Territorio e Ambiente della Regione Sicilia, come Geositi di importanza regionale e nazionale, ai sensi della L.R. n. 25/2012, ai fini di una loro conservazione, valorizzazione, tutela e fruizione.


Presentazione del volume “#SpeleoMedit – Mediterranean Speleology” a cura di Ferdinando Didonna e Francesco Maurano

“#SPELEOMEDIT Mediterranean Speleology” edito dall’associazione Tetide e dalla Società Speleologica Italiana, raccoglie in un solo volume contributi di carattere generali sulla geografia fisica e geomorfologica, idrologia e acqua, biospeleologia, cultura, cavità artificiali del Mediterraneo e una parte dedicata ad ogni singolo Paese, dando una panoramica dei territori carsici, delle grotte e delle montagne.


Presentazione del volume “Vermicolazioni delle Grotte di Pertosa-Auletta. Un brulicare di forme di vita microbica estrema” a cura di Rosangela Addesso introduzione di Francescantonio D’Orilia presidente MIdA

Questa pubblicazione, edita dalla Fondazione MIdA e curata dalla dottoressa Rosangela Addesso, riguarda uno degli aspetti della grotta meno noti al grande pubblico: la vita e l’attività dei microrganismi nelle vermicolazioni. MIdA ha incoraggiato e sostenuto, proprio nelle Grotte di Pertosa-Auletta in provincia di Salerno, le indagini sulle origini ed il ruolo bio-geochimico ed ecologico di queste formazioni, per la conoscenza degli ambienti ipogei e come base per la loro gestione sostenibile. Le applicazioni esulano dagli scopi di questo breve resoconto ma le ricerche sulla biologia degli ambienti estremi sono attualmente promettenti in campi che vanno da quello biomedico a quello della astrobiologia. Questo breve resoconto si propone di suscitare la meraviglia del lettore riguardo alle molte dimensioni dell’ambiente ipogeo e la curiosità del visitatore per i fenomeni e meccanismi che sono alla base del fascino delle grotte.


Presentazione del romanzo “Murciélagos di Ruperto Asier Delgado” di Andrea Bonucci

Un romanzo un po’ favola, un po’ avventura e realistica descrizione di luoghi e temi familiari agli speleologi che hanno viaggiato ed esplorato grotte, e non solo, in Messico. Pubblicato sotto pseudonimo non per restare in incognito, ma perché il narratore stesso si presenta come personaggio, sia pure a posteriori, della storia raccontata.
Dalla IV di copertina: Tra le foreste e le caverne di una remota regione mesoamericana, ancora pervasa da ataviche credenze, si incontrano, accompagnati dalle ombre dei pipistrelli (murciélagos in spagnolo), bambini perduti, avventurosi ricercatori, fedeli del Dio cristiano ma anche di antiche religioni mai dimenticate. Tutti alla ricerca di quello che un missionario gesuita e i suoi protetti in fuga dai conquistadores possano aver perduto o nascosto secoli prima. Qualcosa di misterioso che per alcuni sembra essere un pericolo, per altri un tesoro, uno sconcertante simbolo per tutti.
Ruperto Asier Delgado è il nom de plume dell’autore, insieme voce narrante e testimone di un mondo tanto reale quanto immaginario. Viaggiatore e esploratore di grotte, invita il lettore a percorrerlo in compagnia di chi lo descrive, e soprattutto di chi vi si incontri.


 Presentazione del libro “Fauna Hypogea Pedemontana” a cura di Valentina Balestra

In questo volume sono presentati i risultati delle ricerche pluridecennali condotte degli Autori sulla fauna sotterranea del Piemonte e della Valle d’Aosta. Queste particolarissime forme di vita sono trattate in riferimento alle condizioni dei diversi ambienti sotterranei in cui vivono: le grotte naturali, le cavità artificiali e l’Ambiente Sotterraneo Superficiale (MSS). Nel catalogo, che costituisce il cuore del volume, sono elencati circa 12.000 record faunistici, per un totale di 865 specie animali segnalate in 1.260 località censite, corrispondenti a 958 grotte, 256 cavità artificiali e 46 stazioni di Ambiente Sotterraneo Superficiale. Nella parte finale del volume è sviluppata un’estesa trattazione zoogeografica della fauna sotterranea delle due regioni, delle sue peculiarità e origini. L’aspetto iconografico è particolarmente ricco e rappresentato da circa 3.600 fotografie originali a colori, sia delle località di raccolta, sia delle più significative specie troglobie dell’area indagata.

Noi ci stiamo preparando e tu? 35 Giorni 8 Ore 1 Minuti 37 secondi e saremo insieme
ISCRIVITI